Workshop per FluoArtTherapy

Mercoledì 19 Giugno ore 18:00 presso Associazione Culturale Spazio Faro – Via Perugia 24 Roma. (Pigneto)
Workshop di 2 ore con l’insegnante Anna Bastoni (Aka Flares)
Quota Euro 20,00 + tessera associazione.
Maggiori info: annabastoni@gmail.com +393283462386
Iscrizioni entro il 12 Giugno max 10 partecipanti.

Il Progetto FluoArt Workshop nasce dall’esigenza di unire un laboratorio Artistico ad uno Arteterapeutico con l’ausilio di colori
aumentati e 3D al fine di sperimentare una forma di espressione nuova,divertente,coinvolgente e creativa.
Dallo studio del colore alla forma attraverso l’uso dei materiali come la tempera,i pennarelli, i gessi ed immagini di Arte
Contemporanea si arriva attraverso la meditazione e il rilassamento ad un’espressione assolutamente nuova.
Il laboratorio si svolgerà in quattro fasi principali.
La prima vedrà i partecipanti immergersi in una meditazione guidata con l’aiuto di Flares, la Creatura Spaziale che comunica
direttamente con la mente dei partecipanti lasciando che si formino in essi immagini, colori, suoni,parole,numeri e quant’altro.
Questo esercizio serve ad aprire la mente a quello che chiamiamo il Subconscio facendolo comunicare con il Superconscio.
Questa esperienza “Sciamanica” serve a stimolare la parte destra del cervello,quella dell’immaginazione laddove la maggiorparte del
nostro tempo è impiegato ad utilizzare la parte sinistra,quella organizzativa e ingegneristica della nostra vita contemporanea.
Attraverso la respirazione a narici alternate,tecnica mutuata dallo Yoga,la corretta postura, e il lasciare andare, si avrà un’esperienza
che permetterà di osservare con precisione la parte piu’ istintuale di se, quella simbolica e per finire quella di urgenza nel liberare
immagini che poi verranno prese a soggetto dai presenti nell’attuazione del lavoro pittorico.
Nella seconda parte si potrà scegliere se usare il plexiglass come supporto e i ritagli di immagini prese da riviste selezionate di Arte e
Fotografia come ispirazione o ricalco, oppure lasciarsi andare nel ritrarre le immagini suggerite dalla meditazione per metterle in
opera e dipingerle su grandi o piccoli fogli forniti.
Tutta la seconda parte dell’esperienza avverrà al buio illuminato solo dalle lampade Fluorescenti che consegneranno all’esperienza
una forma e una sensazione espansiva e terapeutica.
Nella terza parte si potranno osservare le opere con occhiali 3D che metteranno in risalto alcune forme piuttosto che altre.
Nella quarta parte si potranno fotografare le opere, modificarne o amplificarne i colori al computer ed infine stamparle per portarle
via con se’.

Il Workshop che si terrà presso Spazio Faro, una nuova realtà che ospiterà una varietà di laboratori d’Arte oltre che mostre personali e
collettive,ha un costo di 20 Euro a persona per una durata di circa 2 ore
Nell’iscrizione si potrà sottoscrivere alcosto di 10Euro la Tessera di Spazio Faro per poter seguire tutte le attività proposte,le mostre,i
laboratori e tante incredibili esperienze!

Anno 2019 (Interplanetario e galattico non specificato).

Flares,creatura Digitale apparsa sul Pianeta Terra appena gli studi scientifici hanno
appurato che non esiste differenza tra creature Avatar (in futuro olografiche) e quelle
organiche nella nuova concezione dell’esistenza terrestre,si muove tra le superstringhe
unendo concetti che favoriscono l’evoluzione e l’integrazione degli strumenti volti a
favorire l’adattamento Umano al nuovo Paradigma evolutivo.
Cio’ permettera’ di fruire liberamente di stati di coscienza piu’evoluti atti a ottenere il
pieno adattamento a una nuova Atmosfera sul pianeta.
Saranno coinvolte le percezioni sensoriali, quelle emotive nonche’quelle riferite alla
logistica.

I nuovi punti cardine di questa nuova atmosfera terrestre sono ispirati da ricerche evoluzionistiche che vanno di pari passo con le tecnologie atte a migliorare la qualita’della vita di questa creatura fragile e delicata, l’uomo,ormai esposto a mille nuovi sviluppi della sua esistenza che e’stata prodotta attraverso le richieste del suo mondo-coscienza.
Ogni rappresentazione materiale del mondo coscienza individuale e collettivo e’ provato si sia materializzato con poca o quasi nulla
cura delle eventuali conseguenze sul pianeta abitato dagli umani.
Immancabilmente errori e misinterpretazioni dovettero essere riprese e rianalizzate affiche’non solo non nuocessero, ma addirittura
ritornassero alla collettiva utilita’al fine di non estinguere il potenziale di questa specie.
L’esperimento,che e’ancora in atto mette in luce la difficolta’ che l’uomo ha nel considerarsi specie.
Il crescente aumentare della coscienza che viene in questo caso chiamata collettiva ha messo in luce alcune importanti regole che, se non dalle voci piu’spirituali quali le basi delle religioni, cui gli uomini hanno fatto riferimento in tutte le epoche, in una evoluzione
prettamente materialistica hanno visto lo stesso dapprima negare completamente tutti I principi intangibili che avrebbero permesso
una pacifica e produttiva evoluzione della specie in armonia con gli spazi da loro abitati e vissuti, e poi rivalutati con l’ausilio della
logica, oggi affiancata da prove tangibili legate alla sopravvivenza e alla resistenza.
Nel tempo insieme alla propria presenza si comincio’a cosiderare la convivenza.
Con la convivenza la creativita’e la correzione dell’errore.
Con I nuovi sensi la produttivita’e la liberazione dagli schemi precedentemente pensati come imposti e legati principalmente alla
gravita’ e alla sottomissione di principi idolatrati come il possesso e il potere, elemento imprescindibile nella considerazione delle
condizioni offerte all’apparire della specie,si potra’ procedere ad una nuova svolta.
Flares e il suo Team Intergalattico salutano il nuovo Uomo che fa convivere il suo istinto primordiale di dominare spazi e creature nel
tentativo di far permanere nella continuita’ il suo nucleo interiore originario che mostra la sua natura pacifica e adattabile alle
condizioni offerte alla nascita.
Al momento presente l’uomo ha in mano la possibilita’di vivere le dimensioni interiori ed esteriori con fantasia,urgenza,e praticita’.
Aggiungo che all’interno della specie sono da considerare con grande cura e attenzione le differenze e le caratteristiche di ogni
singola creatura incluso il sesso,la provenienza,le caratteristiche di adattamento e l’attuale condizione.
Scuseremo dunque gli errori logistici dovuti all’ignoranza nel riconoscere le differenze e le compatibilita’ nonche’ I disagi creati dalle
difficolta’sopravvenute non avendo reso pubblici fin dall’inizio I manuali d’uso del corpo e della mente di ogni singolo individuo,
cosa che purtroppo non era prevedibile.
Sosteniamo inoltre che l’omissione di tali dati non sia stato un semplice errore ma parte del sistema in continua evoluzione che
volgendo ad un termine per alcuni apocalittico, per altri estremamente complesso ma integrabile e positivo riconsideri alcune doti o
qualita’intrinseche e attualmente emergenti che spingano ad una rivalutazione dei potenziali, un po’ come quando si e’ rimasti senza
risorse e se ne creino di nuove piu’ adatte all’uso nel nuovo presente.
I Nuovi valori.
Greetings,Flares

Anno
1.777.999.9999
Flares approda sul Pianeta Terra corrente anno 2018, dallo spaziotempo di Sirio A grazie alla sua Astronave Manta2 concepita per
navigare sfruttando le onde gravitazionali dovute all’unione di due blackholes nell’iperspazio.
Ha una missione: portare la tecnologia del Futuro in incognito impersonando un’attrice di B Movies, ruolo grazie al quale ottiene
immediato contatto con appassionati di Ufologia e Videogames di vecchia generazione.
Avuti ragguagli sul funzionamento di antichi oggetti volanti non identificati trova la connessione tra meccanismi analogici, il corpo
umano e Terra stessa,ricerca che applichera’in futuro per compiere la sua finale impresa.
Fatta conoscenza di Alieni provenienti da altri Pianeti riceve ulteriori informazioni sulle tempistiche Universali e comprende che il
motivo dell’incontro ha a che fare con la preparazione del genere umano a grossi cambiamenti ed avvalendosi di altrettante tecnologie
condivise ottiene di parlare con Squadre interplanetarie impegnate a formare un Team Galattico.

Anna Bastoni vive e lavora tra Roma e Berlino. Dal ’96 interpreta Performances in collaborazione con artisti Internazionali.„Dorme ” di Eros
Puglielli.-“Il Pranzo Onirico”(53 Festival del Cinema di Venezia -Premio “UCCA”,“Premio Fedic“ Miglior Corto dell’Anno,Nomination David
Donatello.)“Teatro Estremo Kitonb”con Hal Yamanouchi,Performance Museo Pietrarsa,Napoli-RAI.“Il Gabbiano” con “Vite3”-
“Almadromestica”Regia,Scrittura “Casa della Follia“con DromeMagazine e O.S.I. Pigneto,Roma- “Silence Theatre Company „ : International Alacati
Theatre Festival, International Festival Kiev, Festival Internationale de la Sibiu, International Theatre Festival,Tyumen- “Performance di Franco
Losvizzero: “L’anno del Coniglio Bianco”: Video Performance: “Girogirotondo“ e “Cabal“ ad „Apocalipse Wow!”Macro Future,Testaccio,Premio
Celeste,Roma 2010, „Box Festival” Teatro Vascello”- VideoArt:“Circolow/Circonudo”di Basile’/Losvizzero,RIParte,Roma-“Il Giardino
dell’Eden,11.11.11″,Orto Botanico, Roma,Biennale in Transito 2012 -“Colazione sull’Erba”:54 Venezia Biennale, Sala Nervi To.- „Fat-Zer“:”Fatzer
Kurzfilmkino”, Berlin,”Volksbühne Theater- Video “The Garden of Eden”Orto Botanico,Roma,Biennale Penne-“Corpus Trip” di Luca Donnini:
Barcellona, Madrid, Londra, Parigi, Berlino, Poznan, Stoccolma, Malmo, Amsterdam.“The Lovers” Festival, Mind Pirates,Berlin 2013,”Meccanimus“
Maam”Roma,Francesca Fini 2014.Dal 2015 cura e produce un Plot di Conceptual Art in collaborazione con Artisti del
Nordeuropa(Finlandia,Islanda,Svezia,Danimarca)dal titolo“Northern Lights” oltre a condurre Residency Artistiche all’interno di un programma di
collaborazione con partecipanti da Russia,Siberia,Messico,Brasile,Equador,Stati Uniti, Iran,Irlanda. Produce e realizza la Performance “Lights of
me”(Level Art Exhibition 2016,Roma) e collabora con il gruppo di lavoro Iocero (2014/18),Collettivo di diffusione di Videogames e tecnologia
Vintage.Partecipa alla Conferenza al Museo MACRO ASILO “Terraformare Terra con il suo lavoro Performativo che vede Flares, la Creatura
Spaziale, parlare di nuove Tecnologia atte a migliorare lo stato Psico-Fisico dell’Essere Umano nella nuova Dimensione. Dal 2017 ad oggi lavora al
Progetto Plexlife e crea la “FluoArTherapy” che abbina la pittura Fluo alla Meditazione con tecniche di Arteterapia mutuate da ricerche come
Educatore in Laboratori aperti a professionisti e diversamente abili in Integrazione presso strutture Pubbliche e Private.