“Crossroads / Incroci”

CROSSROADS / INCROCI

MOSTRA FOTOGRAFICA DI LUCILLA FLO

DAL 16 MARZO AL 10 APRILE 2019

VERNISSAGE: SABATO 16 MARZO ORE 19.00

Presso “SPAZIO FARO” – Via Perugia, 24 – Roma

Lo SPAZIO FARO è lieto di presentare “CROSSROADS” / “INCROCI” – Mostra fotografica di Lucilla Flo, che si terrà in Via Perugia, 24Roma, dal 16 marzo al 10 aprile 2019.

Vivere nelle grandi metropoli non è sempre facile. Vi è un continuo fluire di gente che attraversa, incrocia e lascia un po’ di sé in questi enormi “non luoghi” che la città ci offre. Capita così di sentirsi soli tra le masse di folle alienate, sperdute e mescolate. E questa solitudine non sempre dipende dalla presenza o meno di persone, ma da una vera compagnia capace di esserci e sentirci. Empatia e umanità sono le parole chiave di questo nostro grande percorso vitale. Questo è ciò che cattura Lucilla Flo durante i suoi viaggi in giro per il mondo.

Lavorare per una compagnia aerea come assistente di volo mi ha dato la preziosa opportunità di vedere continenti, culture e mondi diversi.

New York, Seoul, Buenos Aires o San Paolo, non c’è alcuna differenza: la solitudine non conosce nazionalità. La metropoli è una grande metafora della nostra esistenza: “Spesso ci troviamo di fronte a delle scelte, senza sapere dove ci porteranno, ma sappiamo che potranno definire i nostri giorni […] vogliamo proseguire dritto o deviare?

Scegliere, camminare, osservare e assorbire l’ambiente circostante. Entrare in empatia col prossimo per accorgersi che abbracci e sorrisi parlano la stessa lingua in qualunque parte del mondo ci si trovi.

Biografia

Lucilla Flo è una fotografa romana, classe ’83. Il suo lavoro come assistente di volo le permette di visitare moltissimi luoghi, supportando e ispirando la sua attività creativa.

Fin da piccola è a contatto con l’arte grazie a suo padre, artista di professione. Cresciuta tra stimoli, colori e fantasia, sviluppa una personalità che la spinge nel tempo a intraprendere diverse strade. Dopo la precoce scomparsa della madre, inizia a 11 anni un percorso coreutico che la porta poi a lavorare come ballerina, sostenendo così i suoi studi storico-artistici. Nel 2006 viene assunta da una compagnia aerea e da qui partono i viaggi e i contatti con culture diverse, che incentivano l’interesse per la fotografia. A Buenos Aires scoppia l’amore per il tango, dallo studio alle fotografie, che espone nel novembre del 2017 in “La luce dell’abbraccio”.

Continuo a fotografare costantemente durante i miei viaggi per non scordare mai le mie emozioni.”

Testo a cura di Loriana Pitarra